Bouffonnerue
Date del tour
  • 1 gennaio 2020 - Casino Perla & Casino Park
  • 31 dicembre 2019 - Casino Perla & Casino Park
  • 11 maggio 2019 - Festival ARTinCIRCO
  • 4 maggio 2019 - Festival ARTinCIRCO
  • 1 maggio 2019 - Festival ARTinCIRCO
  • 1 gennaio 2019 - Casino Perla & Casino Park
  • 31 dicembre 2018 - Casino Perla & Casino Park
  • 26 agosto 2018 - Festival Senzafili
  • 25 agosto 2018 - Festival Senzafili
  • 24 giugno 2018 - FanArt on Street
  • 1 gennaio 2018 - Casino Perla & Casino Park
  • 31 dicembre 2017 - Casino Perla & Casino Park
  • 30 dicembre 2017 - Casino Perla & Casino Park
  • 19 ottobre 2017 - Royal Prestige
  • 19 ottobre 2017 - Torri di Quartesolo
  • 3 settembre 2017 - Festival Ulicnih Sviraça
  • 2 settembre 2017 - Festival Ulicnih Sviraça

Istantanea teatralità improvisata
Performance Clownesca in ambiente urbano

Dalla scena alla strada, non ci voleva che un passo...

Altra sfaccettatura dell’espressione artistica di Méningue, questa performance di teatro di strada, si articola in una risoluta marcia d’autore, e trova spontaneità e profondità in un’improvvisazione costruita su un canovaccio rigoroso. Méningue coglie al volo ogni possibilità che gli si presenta, per dimostrarci quanto siamo segnati, griffati, valutati e svalutati dalla società dei consumi.

Creazione clownesca in evoluzione dal 1992
Di e con Méningue
Durata: 30 – 40 minuti ad intervento

Bouffonnerue: più di 1200 performance in Europa e nel mondo.

Bouffonnerue
Bouffonnerue
Jean Ménigault detto "Méningue" (originario di Orléans, Francia), è un grande clown davvero, ospite speciale dei principali festival del settore nonché "special guest star" in allestimenti di teatri dopera come interprete, ma anche come autore e regista (Teatro dell'Opera di Roma, Opera di Tokyo). In Italia ha collaborato con molti artisti (Lucio Dalla, Gianni Morandi, Gianna Nannini, Marco Masini) come clown e come autore di performance create ad hoc nelle loro esibizioni, sia teatrali che televisive. Per Jean Méningue il teatro strada vuole dire spontaneità e libertà di agire e il suo strana personaggio, un clown venuto da non si sa dove, gira per la strada e lì si imbatte in ciò che il destino vuole fargli incontrare. Un clown-mimo-attore dallo sguardo un po' perplesso, dal sorriso sarcastico, ma dai modi giocosi, gentili e mai fuori posto che, alla ricerca di un rapporto con gli spettatori, scova, crea e costruisce situazioni paradossali, anomale e divertenti in cui le sue doti straordinarie di improvvisatore possono prendere corpo e vita. Un incontro sorprendente per tutti, ma il più sorpreso pare essere sempre lui nel vedere noi.
Federico Toni
Direttore artistico del Festival Tracce di Teatro di Autore - Bologna